Domenica I di Avvento

Avvento… Gesù viene. Questo è il tempo in cui vegliare in attesa … il tempo del ritrovarsi. Non ti accorgi che ti afferrano tutte le cose che fai?

Sei prigioniero degli affanni della vita. Ti stordiscono le parole che ti gironzolano dentro. Ti ubriacano i rumori che a valanga ti sommergono, ovunque. Puoi scegliere di stare un attimo in silenzio? Forse puoi fuggire per trovarlo. È tempo che tu lo faccia. Te lo chiede il tuo cuore. È arido, è affamato, è afflitto …

e tu non te ne accorgi. Ti colpisce ancora il sorriso delle persone con cui abiti e per cui lavori e fai sacrifici? Ti commuove la parola che al mattino ti viene rivolta e per la quale non hai fatto altro che esserci? Dio è il tuo pane. La vita è il tuo tempo. Ma se la smania ti porta via dall’attenzione profonda alle persone, alle situazioni … cosa diventa la tua vita? Apri la Scrittura, e sarai sazio. Donati interamente, e ti ritroverai. Fermati un attimo! C’è qualcuno che ha bisogno di te.

E sai chi è? Tu. Buon cammino! verso le nubi del cielo … Non metterai le ali, ma Lui verrà a te, perché il Verbo si fa carne, oggi, per abitare la tua esistenza.

Tu sei prezioso ai suoi occhi, sei degno di stima, e Lui ti ama!…

Stampa Articolo Stampa Articolo