Domenica 4^ del Tempo Ordinario

La Parola potente di Gesù

Troppe volte nell’Eucaristia il nostro ascolto è annoiato e distratto. Oggi il Signore ci invita a riconoscere che il suo messaggio è forte e può rinnovare le persone che lo ascoltano con cuore sincero e disponibile a lasciarsi amare da Lui.

Taci!

Di nuovo, ancora il comportamento di Gesù suscita clamore ed interrogativi: Chi è costui? La sua è una parola efficace, che genera nuova vita, che comanda, una parola che non passa inoperosa: è la Parola, è il Verbo che agisce. E che dottrina sarà mai la sua? Non è certamente una dottrina umana: una serie di insegnamenti solo umani, che possono veramente importanti ma poi relativamente capaci di cambiare la vita. L’insegnamento di Gesù Cristo è allora il rendere visibile questa Parola efficace; è il risultato del parlare di Dio. Non è solo un’esortazione verbale che colpisce il nostro udito, ma è una potenza in atto, è una manifestazione di un agire portentoso. È una Parola la cui efficacia salta i limiti dello spazio e del tempo; è una Parola sempre fedele a se stessa e che perdura nei secoli. È la Parola che guarisce e che sana; la Parola, finalmente, liberatrice per una umanità altrimenti perduta e bisognosa di guarigione e di salvezza. La sua è una dottrina che rigenera ancora oggi perché è di origine divina, che ci apre ad una nuova realtà. La dottrina di Gesù Cristo si basa sul suo insegnamento e sulla sua vita. È una indicazione per la nostra vita; una strada che richiede la nostra volontà e capacità di seguirla. È una dottrina insegnata con autorità, con l’autorità che solo Gesù possiede nel suo cuore e ci vuole donare con preziosità. Rendiamo i nostri cuori, allora, pronti e disponibili per accogliere questa Parola che libera. Apriamo la nostra vita all’unica Parola che può guarirci e sanarci. È una dottrina da porre nel cuore perché la rendiamo manifesta nella nostra vita.

Sei disposto a cambiare le tue idee ed il tuo modo di pensare? Sei pronto ad accettare senza riserve qualcosa di nuovo? Alcune anime sono duttili e vi riesco­no con la massima facilità, ma per altre ciò è più difficile e crea stress e tensione nella loro vita. Oppure provoca in esse un ristagno, che è altrettanto negativo. Devi essere coraggioso ed avventurarti lungo vie nuove, in acque nuove ed inesplorate, senza alcun timore. Io ti guido in queste acque nuove ed ignote, e non permetterò che ti succeda nulla. AccettaMi come guida e compagno fedele. Non ti è stato chiesto di esplorare queste acque sconosciute senza un pilota. IO SONO il tuo pilota e non ti lascerò mai cadere. Abbi completa fiducia in Me. Se il cammino è aspro, non aver paura; se è pericoloso, non ti preoccupare. Ti guiderò attraverso tutti gli ostacoli. Ma ricorda di lasciarti andare e di lasciar fare a Me, senza opporre resistenza.

Stampa Articolo Stampa Articolo