Scarica Foglietto Avvisi Settimanale

AVVISI per VILLA

Domenica 21 luglio, maratona di calcio.

AVVISI per CASELLA

Mercoledì 24, ore19.00 s. messa con i volontari della parrocchia e tutti i devoti di S.Apollinare, segue momento conviviale, (CON  ISCRIZIONE 340 516 4131 Donatella)

AVVISI per TUTTI

Durante l’assenza del parroco (campo scuola a Caralte dal 26 al 30 luglio (e anche per l’altro campo dal 19 al 24 agosto) per i funerali in chiesa rivolgersi SUBITO a don Sebastiano Zanin cell. 371 320 7574 per fissare la data e l’ora del funerale, poi chiamare SUBITO :

per Casella Roberta cell. 339 6063026,
per Villa Giordano cell. 349 368 3622

per organizzare il servizio religioso in chiesa.

Da venerdì 26 a martedì 30 luglio, il parroco è al campo scuola a Caralte con 3a  media. NON CI SONO LE SS.MESSE FERIALI.

 


Iniziano le “VACANZE ESTIVE” !!!??? proprio no !!! la parrocchia e la Comunità cristiana parrocchiale NON VA MAI IN VACANZA !  l’estate va colta come la continuità del tempo, come “frutto” del percorso educativo ordinario dell’anno e come “seme” del cammino che riprenderà in autunno. È un tempo eccezionale caratterizzato dall’intensità e varietà di proposte che coinvolgono tante persone. GREST, CAMPI SCUOLA, USCITE, RITIRI, SAGRE, e perché no ? anche le vacanze delle famiglie (mamme, papà, figli), dei nipoti con i nonni, …, sono momenti preziosi per riscoprire, maturare le relazioni prossime in famiglia, ringraziare il Signore per il dono della vita, dell’amore, del matrimonio, del dono della Fede Cristina, del patrimonio di cultura, tradizioni, segni del cristianesimo presenti nella nostra Italia e nella vecchia Europa. Se durante il periodo scolastico e lavorativo le relazioni in famiglia sono state condizionate dalla frenesia e dal correre per le molte, spesso troppe attività, viviamo con serenità e gratuità questi momenti di ascolto, dialogo, affetto. La sfida educativa della famiglia cristiana non deve accontentarsi di quanto offrono i “social”, internet, …, Guardiamoci attorno, senza fretta, contempliamo le bellezze della natura, del Creato dono di Dio. Entriamo in una chiesa e, dopo una segno di croce e una preghiera, …, scopriamo il patrimonio di architetture, arte, che racchiude, pensiamo al messaggio bibblico che ci offre, i segni della tradizione cristiana che si ripetono e che abbiamo ricevuto anche negli incotri di catechismo. Questi segni o “tracce di Dio nel paesaggio dell’uomo” sono presenti ovunque in Europa, basta volerli scoprire, “leggere”!  e allora torna di attualità quel messaggio affascinante che la Santa Sede e il Santo Padre Francesco hanno voluto offrire al mondo nella Biennale d’Arte di Venezia 2024 : CON I MIEI OCCHI !

Cari genitori, aiutate i vostri figli a portare a casa una foto, un segno, una frase, che li ha particolarmente colpiti, e perché? Potrà diventare occasione di condivisione con i coetanei alla ripresa della scuola, del catechismo. [ per i ragazzi dell’ esame di maturità vengono chiamati: il “capolavoro” oppure “E-Portfolio” ].

Cari genitori, non lasciatevi prendere dall’ansia di “sistemare i figli”, ma cogliete l’occasione per vivere un’ altra estate per diventare grandi, non solo per i ragazzi, per gli adolescenti, gli animatori, ma per tutta la famiglia! Mettiamoci in gioco al servizio degli altri e con gli altri. Le esperienze estive possono essere una vera scuola di vita che propone quei valori fondamentali che stanno alla base di una civiltà basata sull’attenzione agli altri (senza distinzioni di cultura, lingua, religione, provenienza) e sul reciproco aiuto. Valore che i ragazzi riassumono in poche parole: AMICIZIA, PACE, GIUSTIZIA. Valori che sono alla base per costruire l’Italia e l’Europa di OGGI e di DOMANI.

Questa “grande macchina organizzativa” possiamo esprimerla con tre simboli: il cuore, la casa, la città-territorio!

il CUORE inteso come dono di sé, il prendersi cura degli altri, anche per i giovani animatori, permette di muovere i “primi passi” nell’amore; il Cuore di Cristo, Sacro Cuore.

la CASA, talvolta i ragazzi, gli adolescenti, i giovani non si sentono “a casa” con le proprie famiglie, nella scuola o con gli amici. Le esperienze estive non si sostituiscono alle famiglie, alla scuola, ma aiutano a riscoprirla, ad amarla come ci insegna la Fede Cristiana.

la CITTA’ – TERRITORIO, le altre istituzioni e agenzie educative e sportive, con le quali collaborare e vivere come terra di missione dove il cristiano propone e testimonia il Vangelo nel mondo e per il mondo.


Abbiamo chiesto all’Arcivescovo di Assisi, ed ottenuto, di avere una reliquia di prima classe e una pietra tolta dal luogo della sepoltura del Santo. SIAMO ANDATI A PRENDERLA!

http://www.parrocchiavilladasolo.com/storia/


PREGHIERA PER LE VOCAZIONI
Padre buono, datore della vita,
il creato, il tempo, la storia
ci parlano di Te, del tuo amore
e della tua passione per ognuno di noi.
A Te che ci hai chiamati fin dal seno materno,
seminando in noi desideri grandi
di felicità e di pienezza, chiediamo:
manda il tuo Spirito
a illuminare gli occhi del nostro cuore
perché possiamo riconoscere
e valorizzare tutto il bene
che hai regalato alla nostra vita.
Fa’ che ci lasciamo attraversare dalla tua luce perché dalla tua Chiesa
si riverberino i colori della tua bellezza
e ognuno di noi, rispondendo alla propria vocazione,
partecipi dell’opera meravigliosa e multiforme
che vuoi compiere nella storia.
Te lo chiediamo in Cristo Gesù,
tuo Figlio e nostro Signore. Amen



Santa madre Teresa di Calcutta, premio Nobel per la Pace, ci ricorda i “cinque chicchi di riso” per sfamare l’anima : il frutto del silenzio è la preghiera; il frutto della preghiera è la fede; il frutto della fede è l’amore; il frutto dell’amore è il sacrificio di sé; il frutto del sacrificio di sé è la PACE.


AMMALATI: informare subito il parroco per la visita in casa (e in ospedale, quando possibile) per la preghiera e i Sacramenti dell’unzione dei malati e la comunione. Quando la situazione sanitaria si aggrava informare SUBITO il parroco, anche con un biglietto da lasciare sulla porta della canonica di Casella o via email.


PREGHIAMO  SAN  GIUSEPPE patrono della Chiesa universale


Preghiera a San Giuseppe ( di Papa Francesco,  Lettera Patris Corde del 08 12 2020 )

Salve, custode del Redentore, e sposo della Vergine Maria.

A te Dio affidò il suo Figlio; in te Maria ripose la sua fiducia; con te Cristo diventò uomo. 

O Beato Giuseppe, mostrati padre anche per noi, e guidaci nel cammino della vita.

Ottienici grazia, misericordia e coraggio, e difendici da ogni male. Amen.

 A TE O BEATO GIUSEPPE (Papa Leone XIII)

A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione ricorriamo e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, insieme con quello della tua Santissima Sposa. Per quel sacro vincolo di carità, che ti strinse all’Immacolata Vergine Madre di Dio, e per l’amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo Sangue, e con il tuo potere e aiuto soccorri ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido custode della Divina Famiglia, l’eletta prole di Gesù Cristo; allontana da noi, o Padre amatissimo, la peste di errori e di vizi che ammorbano il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del Bambino Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità; e copri ciascuno di noi con il tuo patrocinio, affinché col tuo esempio e con il tuo soccorso possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l’eterna beatitudine in cielo. Amen.

PREGHIERA a San Giuseppe dormiente. (Papa Francesco).

O amato San Giuseppe, Dio nel sonno ti ha manifestato i suoi misteriosi progetti per la tua futura sposa Maria e la missione di custodire Gesù, il Salvatore del mondo. Ora affidiamo a te la nostra preghiera, i nostri desideri, le aspirazioni e le speranze, affinché siano presenti nei tuoi sogni e si possano realizzare per il nostro bene. Un bene che ci renda sempre più amici del tuo figlio Gesù, sorgente di benessere fisico e spirituale.

Ottienici la forza di compiere con prontezza la volontà del Padre nei nostri confronti e, dal tuo esempio, possiamo imparare a non lasciarci più travolgere dalle difficoltà della vita e sentire sempre la tua paterna mano protettrice, nella nostra mano.

Mantienici, oggi come ieri e domani, nel tuo sonno di uomo giusto. Amen


La preghiera nel tempo della fragilità  – Alla Madonna della salute – .

O Dio onnipotente ed eterno, ristoro nella fatica, sostegno nella debolezza: da Te tutte le creature ricevono energia, esistenza e vita.

Veniamo a Te per invocare la tua misericordia poiché oggi conosciamo ancora la fragilità della condizione umana vivendo l’esperienza di una nuova epidemia virale.
Affidiamo a Te gli ammalati e le loro famiglie: porta guarigione al loro corpo, alla loro mente e al loro spirito.
Aiuta tutti i membri della società a svolgere il proprio compito e a rafforzare lo spirito di solidarietà tra di loro.
Sostieni e conforta i medici e gli operatori sanitari in prima linea e tutti i curanti nel compimento del loro servizio.
Tu che sei fonte di ogni bene, benedici con abbondanza la famiglia umana, allontana da noi ogni male e dona una fede salda a tutti i cristiani.
Liberaci dall’epidemia che ci sta colpendo affinché possiamo ritornare sereni alle nostre consuete occupazioni e lodarti e ringraziarti con cuore rinnovato.
In Te noi confidiamo e a Te innalziamo la nostra supplica perché Tu, o Padre, sei l’autore della vita, e con il tuo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo, in unità con lo Spirito Santo, vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
Maria, salute degli infermi, prega per noi!   AMEN.
             
A cura dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della salute della CEI  – 11 marzo 2020.

CONFESSIONI c/o FRATI MINORI CAPPUCCINI OASI S.ANNA – ASOLO.

Lunedì chiuso.
mattino: martedì, venerdì, sabato 09.00-11.30
pomeriggio: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì 15.30 – 18.00; sabato  15.30 – 17.00 ; domenica 08.00-11.00 e  16.30

NIENTE CONFESSIONI DURANTE LE S.MESSE.

PREGARE IN COMUNITÀ

Grazie alla disponibilità di alcune persone, le nostre Parrocchie offrono occasioni stabili di preghiera comune.

Per Casella: ogni giovedì sera alle ore 20. E il 1° e 3° sabato del mese alle ore 20.00

Per Villa: ogni venerdì sera alle ore 21 col gruppo di preghiera “SS. Nome di Maria”.

Siete tutti invitati! 

Stampa Pagina Stampa Pagina